5 CONSIGLI PER PREPARARE LO ZAINO DA TREKKING

PREPARARSI A UN'ESCURSIONE

Poco importa che tu ti stia preparando per affrontare un percorso a pochi chilometri da casa tua oppure il cammino di Santiago: lo zaino sarà sempre il tuo miglior compagno di viaggio da portare sulle spalle durante tutta l'escursione.

Dal suo peso e dal bilanciamento dipenderà la tua esperienza, la resistenza e anche gli eventuali dolori alla schiena. Ecco perché è fondamentale scegliere quello giusto e posizionare al meglio tutto l'equipaggiamento.
Oggi vogliamo darti 5 consigli per preparare al meglio il tuo zaino da trekking.
Buona lettura!

1) Bilancia i pesi

Dopo aver scelto lo zaino e l'equipaggiamento da portare con te, dovrai pensare attentamente a come riporlo nelle varie tasche e sezioni. L'obiettivo è quello di costruire uno zaino ben bilanciato, evitando per esempio di mettere gli oggetti più pesanti nelle tasche esterne, perchè potrebbero far perdere l'equilibrio. Il buon posizionamento di indumenti e oggetti è fondamentale e influisce sulla sicurezza dell'intera esperienza. Se non si bilancia bene lo zaino, si rischia di cadere durante la camminata e alla fine dell'esperienza si potrebbe avvertire dolore alla schiena.

Vuoi imparare e costruire il tuo zaino alla perfezione? Allora leggi un nostro precedente articolo che ti aiuterà a costruirlo nel migliore dei modi, considerando anche il tuo fisico e il tipo di oggetti che vuoi portare con te.

2) Evita le confezioni

Anche se sei un maniaco dell'ordine e vorresti avere una confezione per ogni tipologia di indumento o attrezzo, per una volta metti da parte questo aspetto e inserisci ciò che ti serve direttamente nello zaino. Questo ti permetterà di recuperare tanto spazio.

E se proprio vuoi portare con te qualche contenitore, opta per sacchetti di plastica con il sottovuoto: ebbene sì, l'aria è utile durante una camminata, ma nello zaino occupa spazio prezioso.


3) Metti gli oggetti pesanti in mezzo

Ti sei sempre chiesto dove posizionare attrezzi e oggetti pesanti? La migliore soluzione è quella centrale vicino alla schiena. Questa tecnica era usata anche nell'antichità dai coltivatori e raccoglitori di fieno. Loro posizionavano il raccolto dentro la cosiddetta Gerla, un contenitore a forma di cono dove, i pezzi pesanti erano concentrati nella parte mediana. 

4) Non appendere le cose allo zaino

Spesso capita di vedere un escursionista e confonderlo con un albero di Natale, tanti sono gli oggetti e accessori appesi nel suo zaino. In realtà questa pratica, anche se abbastanza comune, è sconsigliata. Infatti, tutto ciò che viene appeso potrebbe cadere e perdersi, fare impigliare lo zaino in un ramo, urtarsi e rompersi e così via. Il nostro consiglio è di non tenere nulla appeso, ma conservare ciò che vuoi tenere a portata di mano nelle tasche esterne del tuo zaino. 

5) Tieni a portata di mano le cose importanti 

Ogni escursionista ha quei cinque piccoli oggetti da tenere sempre a disposizione in caso di necessità. Uno di questi è il kit di pronto soccorso da tenere nella parte alta dello zaino. Nelle tasche esterne puoi inserire il tuo cellulare, una torcia, delle barrette energetiche e un coltellino svizzero.
Scegli bene gli oggetti di cui hai bisogno anche per fronteggiare ogni evenienza. 

Questi erano i nostri consigli per preparare il tuo zaino. E se ti sei accorto che necessiti di un bagaglio diverso, più tecnico o capiente non dimenticare che su Stile Alpino puoi trovare tutto ciò che ti serve: guarda subito le nostre migliori offerte sugli zaini delle migliori marche!

COMMENTI

Lascia un Commento