TREKKING: IL SELVAGGIO BLU IN SARDEGNA

METE DI VIAGGIO E ITINERARI

Selvaggio Blu è il nome di uno dei più bei percorsi di trekking in Sardegna. Venne ideato da due alpinisti italiani più di trent'anni fa ed è ancora amatissimo dagli escursionisti di tutto il mondo. Il percorso si snoda lungo un panorama mozzafiato tra mare e montagna e attraversa la zona di Baunei e Cala Gonone. 

L'isola non è sinonimo solo di mare, bella vita e relax in spiaggia ma è anche una terra ricca di attrattive per gli escursionisti. E se anche tu ami le avventure a contatto con la natura, oggi vogliamo svelarti tutti i segreti e le affascinanti caratteristiche del Selvaggio Blu.

Selvaggio Blu: il bellissimo trekking in Sardegna


La Sardegna offre tante alternative agli amanti della natura e del trekking. Chi ama fare escursioni ha infatti l'imbarazzo della scelta, come abbiamo già visto in articoli precedenti dove abbiamo parlato di Villasimius  o dell'altopiano della Giara

Oggi ci spostiamo più a nord per raccontarti uno dei percorsi più belli che ti farà immergere nella natura selvaggia e allo stesso tempo ti permetterà di ammirare spettacolari panorami sul mare. Il Selvaggio Blu è un'esperienza da fare almeno una volta nella vita, permette di attraversare falesie a picco sul mare ad una quota di 800 metri, camminando anche lungo le “Codule” ovvero che vallate che discendono verso la costa.

Ma il Selvaggio Blu è anche un'occasione per addentrarsi nei leggendari boschi sardi dove regnano i ginepri e i lecci, passando lungo i sentieri percorsi ancora oggi dai pastori e sulle passerelle di tronchi, che permettono di superare anche i punti più difficili e scoscesi. 

Ma l'emozione più grande è quella di giungere fino alle scogliere e affacciarsi per scorgere le cale sul mare cristallino, dai colori scintillanti e intensi. Il fruscio del vento, unito al rumore delle onde del mare è la miglior musica che si può ascoltare in questi tratti. A questa sensazione si aggiunge anche il profumo della macchia mediterranea, del lentisco, ginepro, mirto, eucalipto unita a quello marino. Insomma, tutti e cinque i sensi sono coinvolti!

Selvaggio Blu: un'esperienza unica anche dopo il tramonto


Se sei un'escursionista esperto, il Selvaggio Blu ti dona intense emozioni anche dopo il tramonto del sole, quando il cielo diventa scuro e compaiono migliaia di stelle in cielo, tutte da ammirare... magari mentre sei sdraiato dentro il sacco a pelo.

Questo è un trekking dove le comodità scarseggiano, non vi sono molti rifugi durante il percorso perciò consigliamo di partire con un bagaglio carico di spirito di avventura e adattamento ma anche con una certezza: quella di vivere una delle più belle esperienze a contatto con la natura selvaggia, dove il mare incontra la terra ed insieme si perdono in un lungo abbraccio. 

Questo racconto ti ha ispirato? Ti è venuta voglia di preparare lo zaino e partire alla scoperta del Selvaggio Blu in Sardegna? Allora abbiamo due guide che potranno aiutarti a vivere questa esperienza al meglio, e che puoi trovare nel nostro negozio online:
  • La Mappa del Selvaggio Blu, realizzata da M. Verin e G. Castelli (editore: Enrico Spanu) che riporta la descrizione dell'intero percorso
  • Il sentiero Selvaggio Blu scritto da Corrado Conca, dove vi è la descrizione di un trekking tecnico e impegnativo lungo 7 giorni.  

Questi due strumenti potranno aiutarti a scoprire il lato sconosciuto e più affascinante della Sardegna. Buona avventura! 

COMMENTI

Lascia un Commento