Spedizioni Gratuite fino al 3 Aprile!

ESCURSIONI CON I BAMBINI: COME ORGANIZZARSI

PREPARARSI A UN'ESCURSIONE

La tua passione sono le escursioni e desideri coinvolgere anche i tuoi bambini? Abbiamo una bella notizia: non solo puoi portare con te i più piccoli, ma devi. Le passeggiate nella natura, l’aria pura di montagna, lontano dallo smog cittadino, ma anche la compagnia di un esperto come te, potrebbero essere un vero toccasana per i più piccoli.

Se vuoi vivere una giornata all’insegna della compagnia e del divertimento, trasmettendo alle nuove generazioni la tua passione, non ti resta che seguire i nostri consigli per organizzare l'escursione con i bambini alla perfezione!

Escursioni con i bambini: percorsi e idee per ogni età

Chi ama praticare trekking e  escursioni è abituato alla libertà, a prepararsi e partire senza troppe responsabilità, pensando solo a ciò di cui ha bisogno. Quando si affronta un’esperienza del genere insieme ad un bambino, le cose cambiano: occorre organizzare tutto in base alle sue necessità. Ecco allora che sorgono tante domande. Le più comuni sono: cosa faccio se il mio bambino non cammina ancora? Quanto deve durare l’escursione? Cosa fare per non fare annoiare il bambino?

Ti aiutiamo a rispondere a queste domande in modo che, per i tuoi bambini, l’escursione sia un attimo di serenità e non una fonte di stress o un obbligo. Iniziamo col dirti che la scelta ideale è portarli sin da neonati, in modo che abbiano da subito un rapporto con la natura e vivano l’escursione come una bella abitudine da trascorrere insieme alla famiglia.

Infatti, i bambini che ancora non camminano possono essere comunque trasportati con appositi zaini dotati di porta-bimbo. Scegli questi accessori con cura: devono essere comodi, sia per il bambino che per l’adulto, dotati di cintura e spallacci regolabili e costituiti da materiali di qualità, traspiranti e anallergici. Alcuni sono dotati di una piccola visiera per riparare il bambino dal sole.

Per i bambini più grandi occorre studiare bene il percorso. Generalmente, a partire dai 4 anni si è in grado di affrontare piccoli percorsi, senza dislivello e ad una velocità molto limitata. Ma è dai 7 anni circa che le escursioni possono allungarsi e diventare piccole ed intense avventure.
Il segreto è intrattenerli e motivarli!

Bambini ed escursione: alcuni segreti per renderle speciali

Vogliamo darti alcuni consigli che renderanno l’escursione una vera "passeggiata" e soprattutto non faranno ripetere al tuo bambino "Quando arriviamo?"

Ecco i magnifici 5.

Consiglio 1 – Organizza delle piccole pause lungo il percorso, in modo che i più piccoli possano rifocillarsi e riposarsi prima di proseguire.
Nel nostro store online dedicato al mondo dell'outdoor trovi tanti contenitori termici perfetti per contenere pietanze, anche calde e fare un pic-nic in mezzo alla natura. Uno di questi è quello comodo e pratico proposto da Virginia!
Ma proseguiamo con i nostri suggerimenti.

Consiglio 2 – Scegli un percorso ricco di intrattenimenti. Per esempio, un ruscello o un lago potrebbe animare e divertire i più piccoli. Lasciali giocare con l’acqua. Lasciali sporcare. Tanto hai un cambio completo dentro il tuo zaino, no? 

Consiglio 3 – Informati sulla tua destinazione e durante il tragitto e racconta ai più piccoli gli aneddoti più curiosi sul luogo. Antiche leggende, magari intrise di mistero, storie di battaglie e lotte tra valorosi guerrieri sono delle calamite per l’attenzione dei più piccoli. E per loro sarà davvero emozionante scoprire, passo dopo passo, le vicende che hanno animato il luogo in cui stanno camminando.

Consiglio 4 – Scegli un itinerario adatto ai bambini, in cui sia possibile avvistare animali rari e selvaggi. Uno di questi, per esempio, è l’Altopiano della Giara in Sardegna, di cui ti abbiamo parlato in un articolo precedente. In questo bellissimo angolo situato nell’entroterra sardo, vivono tutt’oggi i famosi cavallini selvatici che è possibile incontrare tra i sentieri. Ma certo esistono altri bellissimi luoghi in cui è possibile scoprire flora e fauna caratteristica. Basta informarsi bene prima di partire e scegliere con cura la destinazione!

Consiglio 5 - … e per i bimbi più grandi? Non c’è niente di meglio che allungare l’escursione e trascorrere la notte sotto le stelle. La rivista inglese National Trust inserisce questa esperienza tra le cose da fare prima dei 12 anni. Allora, via con una tenda, un sacco a pelo e la giusta compagnia.

Infine, consigliamo di equipaggiare anche i più piccoli con i prodotti giusti: non solo le scarpe da trekking, ma anche un piccolo zaino dove tenere l’acqua, da bere frequentemente, e una mereda. Questo è il modo giusto per responsabilizzarli e farli sentire ancor di più partecipi.
Cosa aspetti? Nel nostro negozio online trovi tanti prodotti per trekking, arrampicata e outdoor dedicati ai più piccoli.

Scoprili subito e buon divertimento!


COMMENTI

Lascia un Commento